scrittura-web-abruzzo

Scrittura sul web. Non copiare e affidati a un professionista

E niente. È risuccesso di nuovo che qualcuno abbia copiato e incollato articoli dal blog di Qualche riga d’Abruzzo sul proprio sito. Ora, sorvolando sul fatto che pubblicare contenuti duplicati su internet possa portare a penalizzazioni di chi copia, e volendo anche pensare che chi ha copiato lo abbia fatto in buona fede, non è la prima volta che succede, né qui né in altre parti del web, ma siccome qui piace che la correttezza venga messa in primo piano sempre arieccomi a puntualizzare.

Premessa. A chi scrive su Qualche riga d’Abruzzo fa piacere che le proprie storie vengano veicolate il più possibile per far conoscere a quante più persone storie nascoste o curiosità sull’Abruzzo, e anche che chi fa copia e incolla citi la fonte originiale, come successo nell’ultimo caso che ha ispirato questo post. Chi scrive su Qualche riga d’Abruzzo però, offrendo servizi di scrittura su internet cerca anche di camparci, e quando vede che i propri articoli vengono utilizzati da altri sui siti delle proprie attività un po’ gli dispiace perché magari potrebbe essere stato contattato per produrre materiali originali e, perché no, anche retribuiti.

Invece, quello che succede sempre di più anche da queste parti è la solita storia. Scegliere la strada più facile senza domandarsi se chi quei contenuti li ha scritti sia d’accordo o meno. Tanto se una cosa è pubblicata sul web è di tutti, vero?

No, non è vero. E c’è bisogno che tutti facciano uno sforzo in più per capire che anche dietro alla scrittura sul web, come a qualsiasi altra opera di ingegno, c’è un bel po’ di lavoro da compiere prima di arrivare al risultato.

E da oggi allora, sul blog di Qualche riga d’Abruzzo compare anche la licenza Creative Commons che vuole rendere tutto più chiaro. La licenza che si è scelto di utilizzare è di tipo “Attribuzione – Non Commerciale – Non opere derivate 3.0“. Cosa significa? Significa che chiunque è libero di condividere il materiale di Qualche riga d’Abruzzo attribuendogli la giusta paternità e senza modificarlo. Però, e c’è un però, questo materiale non può essere utilizzato per scopi commerciali.

Detto in parole più povere, e per essere più chiari, significa che se un qualsiasi tipo di impresa utilizza un articolo di Qualche riga d’Abruzzo come fosse suo per farsi promozione sul web o per portare traffico sul proprio sito un po’ mi sta fregando. Quindi, gentili titolari di alberghi, la prossima volta mandatemi una mail prima di utilizzare il materiale. Chi lo sa, magari ci siamo pure simpatici e vi dico che potete utilizzarli liberamente.

O magari ci studiamo insieme un piano editoriale di contenuti originali e vi faccio un buon prezzo 😉

Gianluca Salustri

Gianluca Salustri

Abruzzese forte e gentile. Redattore e curatore di contenuti con penna e tastiera. Dal 2006 nel mondo dell'editoria e della comunicazione. Il profilo completo lo trovi in bio.
Gianluca Salustri
Ti è piaciuto questo contenuto? Condividilo con i tuoi amici!
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestPrint this pageEmail this to someone
Tags: